Attività

Descrizione delle principali attività

 

Energia Vitale Universale: la parola composta da due ideogrammi Rei (energia primordiale, sacra) e Ki (energia, forza vitale). Questa traduzione ci consente di cogliere la vera origine ed essenza del Reiki che nasce come disciplina spirituale portata poi in occidente e tramutata in disciplina alternativa “terapeutica”. L’energia primordiale Rei è l’energia divina, attribuita a Dio, all’Uno, al Tutto, contenente tutte le qualità immutabili dell’Assoluto. Il Ki rappresenta la manifestazione spirituale e materiale dell’Uno che permea ogni essere ed ogni cosa, ed è quindi anche quell’energia personale che ogni Essere manifesta. Ecco che dalla traduzione della parola possiamo dedurre che Reiki è il canale attraverso il quale l’Uomo può collegarsi a Dio attingendo alla Sua fonte di energia pura con lo scopo primario di evolvere e guarire spiritualmente per il proprio benessere e conseguentemente per il benessere altrui. Questa Via di Realizzazione Spirituale ha condotto l’uomo occidentale ad attribuirla più come mezzo di terapia alternativa energetica facendo perdere al Reiki quel significato autentico e profondo con cui l’Uomo attraverso il volere di Dio può apprestarsi a compiere guarigioni. Da un punto di vista olistico (che tiene conto di corpo-mente-spirito) la malattia, in qualsiasi forma si presenti, si manifesta sul piano fisico a causa di uno squilibrio energetico. Secondo questo pensiero, incidenti, traumi, alimentazione, ecc.. danno origine a blocchi energetici che potrebbero tramutarsi in malattie. Ecco che per guarigione il Reiki intende, con la sua funzione di rimuovere blocchi energetici, riequilibrare il flusso energetico e riarmonizzare l’interazione tra mente e corpo. Importante precisare che il Reiki non si vuole sostituire alle classiche terapie allopatiche o naturali.

Il metodo segreto per invitare la fortuna

La meravigliosa medicina per ogni malanno
Solo per oggi:
Non ti arrabbiare
Non ti preoccupare
Sii riconoscente
Lavora duro (per migliorare te stesso)
Sii gentile con gli altri
Ogni giorno e ogni notte, siediti nella posizione del Gassho (le mani giunte di fronte al torace, conosciuta anche come posizione di preghiera) e pronuncia queste parole a voce alta nel tuo cuore.
Per l’evoluzione del corpo e dell’anima, Usui Reiki Ryoho” – Mikao Usui, il fondatore
.

 

Un Viaggio Evolutivo: I Tarocchi sono un mazzo di carte che definirei poliedrico per le caratteristiche rappresentate da ogni differente serie e per l’utilizzo che nel corso del tempo, delle circostanze e della tendenza personale ne varia l’utilizzo derivato dal “gioco”. Dal gioco della divinazione al gioco dell’introspezione intercorrono scuole di pensiero differenti (dal misticismo, all’esoterismo, allo spiritualismo per giungere alla contemporanea psicologia), che ne determinano l’utilità. Una delle poche certezze condivise è che i Tarocchi siano una raccolta di rappresentazioni significative simboliche collegate tra loro, carta dopo carta. Personalmente il metodo junghiano di esplorazione attraverso gli Archetipi è quello che in tutti questi anni mi ha ispirata, incuriosita e portata a sviluppare quell’utilizzo etico che permette alla persona di percorrere un viaggio evolutivo. Sappiamo che ogni individuo riserva in sé ogni risposta riguardo la propria esistenza ma a volte per via di condizionamenti, confusione, abitudini disordinate, ecc…, ha necessità di uno ricercare uno stimolo che lo aiuti a far riaffiorare tale risposta, che lo conduca ad una visione differente del problema e quindi ad affrontarlo responsabilmente apportando un cambiamento di azione o di pensiero a riguardo. Ecco dunque l’Archetipo come un valido aiuto, consiglio, per scoprire, stemperare, sciogliere, alleggerire blocchi, situazioni, mettendo in comunicazione la parte conscia con quella inconscia.

 

alla ricerca della parte più elevata del nostro essere, il Sé; è in questo stato che possiamo raggiungere l’unità mente – corpo-spirito per ritrovare comprensione, pace, amore, armonia. Relax… Una pratica creativa di trasformazione interiore per la realizzazione di una nuova realtà. Sappiamo quanto sia importante meditare da un punto di vista religioso, spirituale, o filosofico; rimanere in uno stato di raccoglimento che ci consente di avere più padronanza della mente e dunque di acquietare tutti quei rumori e pensieri disturbanti, consentirà lo sviluppo di consapevolezza del Sé. La visualizzazione abbinata alla meditazione aiuta a potenziare le proprie risorse e alla creazione di una nuova realtà.

 

un metodo efficace per sviluppare le proprie risorse mentali raggiunte dal rilassamento psicofisico e dalla meditazione creativa. Questa pratica tramite semplici tecniche di immaginazione creativa ed il controllo della respirazione, consente di entrare in un profondo stato di rilassamento che permetterà di dare inizio a veri e propri lavori di laboratorio interiori che consentono il superamento dei limiti posti da una mente non allenata.

 

il meraviglioso mondo degli Angeli e degli Arcangeli, splendidi Esseri di Luce che ci guidano e ci sostengono in ogni momento, in ogni circostanza, in ogni luogo e in ogni giorno che è governato da un particolare Arcangelo legato ad un determinato colore. Imparando a rivolgerci affidandoci a Loro con umiltà e convinzione possiamo ottenere grandi benefici e grandi doni.

“Tutto è possibile ottenere dalle Potenze Celesti, dagli Angeli e dagli Arcangeli: la loro è una realtà, non una leggenda.”- Haziel

 

con questo termine che significa canalizzare, ci si abilita ad essere strumento di luce che facilita il ricongiungersi al proprio Sé e permette di mettersi in contatto con intelligenze superiori quali Angeli, Spiriti guida, Maestri ascesi e tutte quelle Voci che ispirano infinita saggezza. Il channeler è predisposto quindi ad un’apertura spirituale con lo scopo di attingere dalle risorse Universali per raggiungere maggiore consapevolezza di sé grazie a messaggi sublimi, affiancato e protetto da un Essere di Luce.

 

Il Biotensor – un rilevatore di vibrazioni energetiche – tra le sue funzioni consente di entrare in armonia nell’energia dell’altro per comprendere sotto quale aspetto si manifestano i disequilibri energetici.

 

un trattamento olistico, un massaggio delicato, dolce, lento, rilassante, che agisce in profondità andando a liberare sensi, stati emozionali, facilitando una presa consapevolezza della nostra vera natura, il nostro sé, il nostro autentico sentire.

 

un trattamento olistico, antico, che agisce apportando equilibrio tra corpo e psiche. Per il massaggio avvolgente che evoca il movimento del mare, vengono utilizzati sia le mani che gli avambracci in un ritmo profondo più o meno intenso, dolce o energico a seconda delle tensioni riscontrate che apporta grande beneficio.

 

Pur essendo un trattamento dolce e rilassante, agisce in profondità attraverso il potere liberatorio delle emozioni, aiutando il ricevente a lasciar andare blocchi e stati emozionali anche repressi. Se un tocco di cipria può migliorare l’aspetto, un tocco all’Anima migliora la vita…

 

un accompagnamento per risolvere disagi, incomprensioni, difficoltà nelle relazioni con altri o con se stessi. Lo scopo del counselor è quello di aiutare il cliente a raggiungere maggior consapevolezza di sé assumendosi le proprie responsabilità e ad avere padronanza della propria vita, facilitandolo al superamento delle difficoltà relazionali. Il counselor accoglie, ascolta, crea una comunicazione empatica con lo scopo di aiutare il suo assistito a trasformare quel campo emotivo che comporta disagio, accompagnandolo ad una visione creativa differente che gli consenta di creare una nuova realtà. Spesso meccanismi di difesa consci o inconsci tengono imprigionate vecchie o nuove memorie emozionali che possono dare origini a malattie psicosomatiche ed il counselor (che non si sostituisce ad un medico/psicologo/psichiatra) attraverso la sua preparazione può aiutare il cliente a disvelare la natura, l’origine del problema, a prenderne consapevolezza, ad assumersi la responsabilità affinché possa trovare una soluzione alternativa, creativa, per il proprio benessere e crescita. Il cliente potrà dunque attingere a risorse che emergeranno in questo percorso e che potranno dare frutto a nuove visioni creative di sé e conseguentemente della realtà. Il counselor non giudica, non interpreta, non fa analisi/diagnosi, semplicemente accoglie, ascolta, osserva, ispira operando attraverso un modello di etica assoluta, con l’unico intento di apportare benessere e crescita ai suoi assistiti.